riflessologia_plantare-03

Cos’è?
La Riflessologia Plantare è un metodo diagnostico e terapeutico capace di contribuire al benessere salutare personale

I benefici della riflessologia
Il corpo umano è una macchina perfetta in cui ogni parte funzione per il beneficio proprio e di tutto l’organismo, se un solo elemento di questo mirabile insieme va “fuori fase” il disequilibrio che ne risulta si ripercuote su tutto il sistema venendo a meno l’armonia.
E’ sulla base di questi fatti che si sviluppano i principi delle riflessoterapie.
La moderna riflessologia plantare occidentale riconosce la paternità del dott. Fitzgerald, un medico americano che ha teorizzato e sperimentato all’inizio del secolo, l’uso di zone riflesse terminali come supplemento della sua normale pratica medica.
Secondo la teoria zonale del dott. Fitzgerald, il corpo viene ripartito in 10 zone somatiche, e di conseguenza i piedi in 10 zone podaliche; ancora, oltre alle suddivisioni longitudinali vi sono 3 ripartizioni orizzontali, che individuano sul soma come sul piede tre zone corporee (vedi il disegno in basso a sinistra).
Tenendo presente che i due piedi sono da considerare un’unità, cioè l’intero corpo nella sua completezza, troveremo per ogni organo la sua corrispondente zona riflessa del piede dove la stessa linea attraversa l’organo nel corpo (vedi la figura in basso a destra, che rappresenta la “tabella podalica”).
Oltre ad essere una terapia di supporto alle cure della medicina tradizionale, la riflessologia è particolarmente efficace per risolvere tutti quei problemi di salute tipici della vita moderna: tensioni muscolari, dolori articolari, cefalee, disturbi gastrointestinali e così via.
Con la riflessologia è, infine, possibile effettuare un accertamento accurato dello stato di salute generale, qualificandosi non solo come tecnica curativa, ma anche come un valido strumento di analisi preventiva.

La tabella podalica
I punti vengono trattati mediante pressioni eseguite dalle dita delle mani, in modo particolare dal pollice.
Questi riflessi viaggiano attraverso vie biomatiche o vie della vita grazie alle quali ad ogni stimolo sul piede corrisponde una risposta organica.
Esse permettono di mantenere e ricreare ordine ed armonia nelle correnti energetiche vitali del corpo.
È per questo che lo studio e l’applicazione della riflessologia plantare permettono non solo la conoscenza dei disordini psicosomatici dell’uomo, ma anche il loro trattamento fino al ripristino funzionale degli stessi.

Com’è organizzata una seduta
La terapia riflessologica è elaborata da uno specialista riflessologo in collaborazione con chi si sottopone ai trattamenti, dopo aver effettuato una completa indagine.
Il primo incontro è dunque dedicato al rilevamento delle caratteristiche personali, della storia clinica (anamnesi) e delle informazioni provenienti dalle pressioni esercitate sui piedi.
In base a tutto quanto rilevato, il riflessologo proporrà un percorso terapeutico che si realizzerà nelle successive sedute. Ogni seduta normalmente richiede un tempo compreso tra i 30 e i 40 minuti.
Fin dalla prima seduta si potrà constatare un immediato effetto rilassante e corroborante per l’organismo
Le terapie riflessologiche proposte dal “Centro Nuova Ginnastica” sono condotte da una professionista diplomata alla scuola triennale di riflessologia plantare: “RIFLESSOLOGIA & FUTURO”.